GLI IMPIANTI

Gli impianti di trattamento sono il cuore dell’attività produttiva di C.R.E. È qui che l’impegno dell’azienda sul fronte dell’innovazione e del rispetto delle best practice ambientali diventa tangibile e si trasforma in eccellenza.

MELETI

Ultimo nato tra gli impianti di stoccaggio e trattamento C.R.E., l’impianto di Meleti dispone di tecnologie tali da porlo tra le strutture all’avanguardia a livello internazionale, nel campo del trattamento dei fanghi da depurazione. Non a caso, C.R.E. ha investito circa 7 milioni di euro per la sua realizzazione e per la dotazione di attrezzature innovative.

L’impianto è stato progettato secondo quanto prescritto dal Decreto autorizzativo (Determinazione Dirigenziale della Provincia di Lodi REGDE/1563/2012 e s.m.i.), il quale costituisce la base normativa a cui la conduzione dell’impianto si deve attenere.

Operativo dal 5 ottobre 2015, il centro di Meleti serve in particolare le Provincie di Lodi, Cremona e Milano.

Il sito di Meleti si caratterizza per la presenza di edifici confinati, entro cui si svolgono le attività di trattamento e stoccaggio dei fanghi biologici. Questa soluzione è stata adottata al fine di garantire il minimo impatto ambientale possibile ed evitare il rischio di molestie olfattive.

A tal proposito, si sottolinea la presenza di un potente ed efficace impianto di aspirazione in grado di mantenere costantemente in depressione l’edificio adibito al trattamento, evitare la fuoriuscita di odori e garantire il ricambio di aria necessario al benessere degli operatori.

Il trattamento dell’aria aspirata viene effettuato mediante una torre di lavaggio (umidificazione) e una batteria di biofiltri che permettono di evitare emissioni in atmosfera non conformi ai dettami legislativi.

È inoltre presente un sistema di nebulizzazione di enzimi capaci di disgregare le molecole di odore rilasciate in atmosfera e garantire il minor impatto odorigeno.
La struttura è suddivisa i 4 aree funzionali destinate alle attività di messa in riserva e trattamento (R13/R12) relative ai rifiuti speciali non pericolosi. L’impiantistica è posta all’interno del fabbricato di lavorazione su pavimentazione impermeabilizzata.

SPECIFICHE TECNICHE DEL TRATTAMENTO DI STABILIZZAZIONE E IGIENIZZAZIONE

  • Fango conferito SS media: 10 – 30 %
  • Dosaggio di CaO sul secco conferito: 5 – 12 %
  • Tempo min. di contatto CaO / fango: 120 min
  • pH medio del fango condizionato: 12
  • Potenzialità oraria di trattamento fango T.Q.: 60.000 kg/h
  • Quantità necessaria di CaO max: 1.200 kg/h
  • Volume del silos di stoccaggio CaO: 80 mc
  • Volume tramoggia di carico: 75 mc
  • Potenzialità miscelatore: 60.000 kg/h
  • Potenza installata gruppo condizionamento: 80 kW
  • Potenzialità annua: 125.000 ton
  • Capacità di stoccaggio: 35.000 mc

MACCASTORNA

Maccastorna è la sede storica della C.R.E. dal 1984 ed è collocata in prossimità di molte aziende agricole che riutilizzano i fanghi sui propri terreni.

Il centro di stoccaggio e trattamento, autorizzato dalla Determinazione Dirigenziale della Provincia di Lodi n. REGTA/481/2008 del 23/09/2008, è localizzato presso la Cascina Risi in Comune di Maccastorna, Provincia di Lodi. L’accesso alla piattaforma di stoccaggio e trattamento è garantito direttamente dalla strada Provinciale n° 196 e dalla strada privata della Cascina Risi.

L’estensione dell’area di stoccaggio consente una gestione operativa particolarmente agevole ed efficace, ai fini di un adeguato trattamento dei fanghi accettati. Le macchine sono poste all’interno dell’area impermeabilizzata e delimitata perimetralmente dai prefabbricati.

Il centro è strutturalmente attrezzato per offrire le dovute garanzie per la salvaguardia dell’ambiente, come descritto nella documentazione del Sistema di Gestione Ambientale di cui l’azienda è dotata.

SPECIFICHE TECNICHE DEL TRATTAMENTO DI STABILIZZAZIONE E IGIENIZZAZIONE

  • Fango conferito SS media: 10 – 30 %
  • Dosaggio di CaO sul secco conferito: 5 – 12 %
  • Tempo min. di contatto CaO / fango: 120 min.
  • pH medio del fango condizionato: 12
  • Potenzialità oraria di trattamento fango T.Q.: 60.000 kg/h
  • Quantità necessaria di CaO max: 1.200 kg/h
  • Volume del silos di stoccaggio CaO: 70 mc
  • Volume tramoggia di carico: 75 mc
  • Potenzialità miscelatore: 60.000 kg/h
  • Potenza installata gruppo condizionamento: 60 kW
  • Potenzialità annua: 125.000 t
  • Capacità di stoccaggio: circa 30.000 mc

LOMELLO

Attivo dal dicembre 2011, l’impianto di Lomello provvede al recupero agricolo dei fanghi principalmente nelle Provincie di Pavia e Milano. Il centro di stoccaggio e trattamento è localizzato nel comune di Lomello (PV) e l’accesso alla struttura è garantito direttamente dalla Strada Statale 211.

La struttura è progettata secondo quanto stabilito dal Decreto autorizzativo (Decreto Regione Lombardia n. 661 del 27/01/2011), il quale costituisce la base normativa a cui la conduzione dell’impianto si attiene. Il sito si caratterizza per la presenza di edifici chiusi all’interno dei quali si svolgono le attività di trattamento e stoccaggio. Questa soluzione permette di garantire il minimo impatto ambientale e di evitare il rischio di emissioni odorigene.

A tal proposito, si sottolinea la presenza di un potente ed efficace impianto di aspirazione in grado di mantenere costantemente in depressione l’edificio adibito al trattamento e stoccaggio, evitando la fuoriuscita di odori e garantendo il ricambio di aria necessario al benessere degli operatori.

Il trattamento dell’aria aspirata viene effettuato mediante torri di lavaggio (scrubber) e diverse batterie di biofiltri.

La struttura è suddivisa in 5 aree funzionali: 4 sono destinate alle attività di messa in riserva e trattamento (R13/R12) per i rifiuti speciali non pericolosi; l’ultima è dedicata all’attività di deposito preliminare (D15) di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.
Le macchine sono poste all’interno del fabbricato di lavorazione su pavimentazione impermeabilizzata.

SPECIFICHE TECNICHE DEL TRATTAMENTO DI STABILIZZAZIONE E IGIENIZZAZIONE

  • Fango conferito SS media: 10 – 30 %
  • Dosaggio di CaO sul secco conferito: 5 – 12 %
  • Tempo min. di contatto CaO / fango: 120 min
  • pH medio del fango condizionato: 12
  • Potenzialità oraria di trattamento fango T.Q.: 60.000 kg/h
  • Quantità necessaria di CaO max: 1.200 kg/h
  • Volume del silos di stoccaggio CaO: 70 mc
  • Volume tramoggia di carico: 75 mc
  • Potenzialità miscelatore: 60.000 kg/h
  • Potenza installata gruppo condizionamento: 70 kW
  • Potenzialità annua: 115.000 t
  • Capacità di stoccaggio: circa 33.000 mc